video Danzare o Morire: la storia di Ahmad Joudeh

Giovedì 26 ottobre alle 19.45 sul palco del Teatro Paisiello di Lecce, per il festival Conversazioni sul futuro, approderà Ahmad Joudeh, ballerino siriano palestinese, che racconterà la sua incredibile storia (leggi questo articolo su Repubblica.it). La sua voglia di danzare e il suo sogno di diventare un ballerino professionista sono stati più forti di tutto: delle percosse del padre, delle bombe della guerra in Siria, della distruzione della sua casa e del teatro a Damasco dove aveva studiato e soprattutto delle minacce dei terroristi dell’Isis. Dietro la nuca ha un tatuaggio con la scritta “Dance or die”. Proprio “dove i loro boia infilano la lama del coltello per tagliare la testa, così lo avrebbero saputo anche loro: non ci sono altre strade per me, se non la danza”, sottolinea. La sua storia è diventata anche un breve documentario del giornalista olandese Roozbeh Kaboly. Ahmad, dal 2016, vive, studia e lavora al Dutch National Ballet di Amsterdam. Nel 2017 è riuscito a coronare il suo sogno: incontrare Roberto Bolle e ballare con lui.

giovedì 26 ottobre
ore 19.45 > 20.30 – Teatro Paisiello

Danzare o Morire.
Da Damasco e dalle rovine di Palmyra al Dutch National Ballet
Intervista al danzatore Ahmad Joudeh a cura di Marianna Aprile (Oggi).

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...