Le violazioni dei diritti umani. La storia di Ahmed Said

Ahmed Said è un chirurgo, attivista e poeta egiziano che vive in Germania. Ha conosciuto la prigionia, le torture egiziane, la violenza e le ingiustizie del regime e si è battuto per essere un uomo libero. Nel 2015 venne, infatti, arrestato mentre prestava soccorso ai manifestanti nel corso di una manifestazione in piazza a Il Cairo. Un anno dopo è stato scarcerato con una sentenza della Corte d’Appello. “Il suo caso è esemplare del sistema ingiusto e arbitrario della giustizia egiziana”, ha denunciato Amnesty International, “e dell’implacabile campagna del governo che colpisce le voci indipendenti e critiche degli attivisti in Egitto”. Domenica 29 ottobre dalle 19.30 al Teatro Paisiello, Ahmed Said racconterà la sua storia nella serata conclusiva del Festival Conversazioni sul futuro. L’incontro – moderato da Gabriele De Giorgi (LeccePrima.it) – vedrà la partecipazione di Giuliano Foschini (La Repubblica), Riccardo Noury (Portavoce Italiano Amnesty International Italia) e Tiziana Prezzo (giornalista e inviata di SkyTg24).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...