Gennaro Casalino

Venerdì 27 e sabato 28 ottobre a Lecce, in occasione del festival Conversazioni sul futuro, si terrà la seconda tappa di “Omofobi del mio stivale“. La manifestazione itinerante contro l’omofobia e per i diritti civili è nata da un’idea del linguista Massimo Arcangeli dopo la vicenda di due ragazzi gay discriminati dal titolare di una struttura poco “ricettiva” di Ricadi. E proprio dalla cittadina della provincia di Vibo Valentia è partita il 2 settembre questa “staffetta” che dopo Lecce proseguirà a Napoli e in altre regioni italiane. La vicenda dei due ragazzi, rilanciata da tutti i giornali, ha fatto il giro d’Europa (e non solo), e da allora i casi di discriminazione contro gli omosessuali (e i transessuali) si sono moltiplicati, dalla Campania alla Puglia (interessando anche San Foca, Marina di Melendugno) all’Emilia Romagna. Quel primo clamoroso caso è divenuto così il simbolo di un’estate negativa per i diritti Lgbti ma è stato al contempo un importante stimolo per chi, segnalando casi analoghi, ha dimostrato di voler reagire. L’evento leccese – promosso dall’associazione “La parola che non muore” e dal festival “Conversazioni sul futuro”, in collaborazione con Agedo Lecce, Arcigay Salento, Fermenti Lattici, Io come te, Lea – Liberamente e Apertamente, Rainbow Network, Salento Pride, Salento Rainbow Film Fest, Say Yes – proporrà venerdì 27 (dalle 18 alle 20.30 alle Officine Culturali Ergot) e sabato 28 ottobre (dalle 9.30 alle 12.30 al Teatro Paisiello) una serie di incontri, presentazioni, interventi e dibattiti con la partecipazione, tra gli altri ospiti, di Gennaro Casalino, uno dei due ragazzi discriminati a Ricadi che ha denunciato l’accaduto.

ore 9.30 > 12.30 – Teatro Paisiello
Omofobi del mio stivale
Promosso dall’associazione “La parola che non muore” e dal festival “Conversazioni sul futuro” in collaborazione con Agedo Lecce, ArciGay Salento, Io come te, Lea – Liberamente e Apertamente, Rainbow Network, Salento Pride, Salento Rainbow Film Fest, Say Yes
Gennaro Casalino, Alessia Bausone (giurista esperta di Diritti delle Pari Opportunità), Silvia Miglietta (assessora ai Diritti del Comune di Lecce), Marco Potì (sindaco di Melendugno), Stefano Minerva (sindaco di Gallipoli). Tavola rotonda “Idee e buone pratiche di attivismo LGBTQI sul territorio“.
Introduce Massimo Arcangeli (linguista). Modera Danilo Lupo (giornalista La7)