Iliana Morelli

Iliana Morelli è fondatrice e amministratrice di Boboto, società fondata con l’obiettivo di promuovere attività orientate al mondo dell’educazione, dell’inclusività e dell’innovazione sociale attraverso la collaborazione con enti pubblici e privati, con enti di ricerca e con la società civile. Iliana è ideatrice del progetto MONTESSORI 3D, progetto di punta di Boboto, nato per rendere la pedagogia montessoriana quanto più fruibile e inclusiva, in tutti i contesti educativi, nella scuola e fuori la scuola, con gli insegnanti e con il nucleo familiare.

Iliana ha conseguito una laurea in Scienze della Comunicazione presso l’Università di Perugia ed un Master in Organizzazione di Eventi presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma. Nel 2014 si è specializzata nel coordinamento dei Servizi Educativi dell’Infanzia con focus montessoriano presso l’Università Roma Tre e ha completato un corso sulle Intelligenze Multiple organizzato dal Centro Studi Erickson.

Iliana è membro fondatore del club Coderdojo Lecce ed ha collaborato in qualità di formatrice e mentor per i bambini e le bambine al progetto #HPECode4Lecce, progetto del Comune di Lecce (Assessorato alle Politiche Comunitarie e Assessorato alla Pubblica Istruzione) in collaborazione con HP Enterprise, che ha puntato ad innovare tutta la filiera educativa, dalla scuola dell’infanzia alla formazione professionale, supportando i modelli pedagogici e didattici con tecnologie innovative.

E’ responsabile della sezione education nell’ambito della rassegna “X-OFF. Conversazioni sul futuro.” organizzato dall’associazione Diffondere Idee di Valore. Ha tenuto corsi di formazione per docenti sulla robotica educativa e il pensiero computazionale nell’età dell’infanzia in collaborazione con il Cetma e l’Università del Salento.

E’ referente, in Salento, di Fondazione Montessori Italia con la quale collabora frequentemente.

Il suo sogno è di vedere le bambine e i bambini di tutto il mondo possano crescere in contesti educativi e familiari che diano loro la possibilità di sviluppare il loro innato talento.