Pino De Luca

Pino De Luca ha 59 anni, una moglie, due figlie e un cane. Docente di informatica all’Istituto “Enrico Fermi” di Lecce, nella sua vita precedente ha pubblicato “Regole e Diritti per essere cittadini” (Sapere 2000), un libello sulle storie di Baldasar Castiglione e una triade di testi elettronici di informatica e telecomunicazioni. Di allora conserva un fardello di ricordi e il motto “Nec spe nec metu”. Dopo una vita trascorsa tra scienza e peccato, è approdato all’E(t)nogastronomia, nella quale si cimenta con la medesima pignoleria con la quale ha affrontato cose molto più serie e più tristi. Collabora con “Nuovo Quotidiano di Puglia”, VinoWay, Affari Italiani. Cultore del CopyLeft, collabora con chiunque si occupi con scienza e coscienza di buona tavola e buon bere.

venerdì 27 ottobre
ore 19.30 – Dajs/Città del Gusto
Birra made in Italy: tra notorietà digitale e consumi reali
Pino De Luca (e(t)nogastronomo) e Manila Benedetto (consulente di comunicazione e marketing). In collaborazione con i birrifici B94Malatesta e Old476